GIOVANNI ANTONIO CANAL, detto CANALETTO e Studio (Venezia 1697 - 1768)

La facciata di San Pietro di Castello, accuratamente descritta nella presente tela, è databile alla fine del XVI secolo e deriva da un disegno di Andrea Palladio.  Gondole e chiatte navigano le calme acque della laguna, descritte dal pittore con le caratteristiche pennellate lucide e precise. Le figure, dipinte con pennellate fluide, animano la scena con i loro indumenti di colore rosso, giallo e blu, mentre il bianco del marmo d’Istria della facciata della chiesa e i palazzi circostanti sono resi con scrupolosa attenzione per ogni dettaglio. Una luce limpida illumina questa tersa veduta lagunare.

Recentemente, Charles Beddington ha esaminato la tela e, sottolineandone la qualità, rilevato la presenza della mano del maestro. Una versione più piccola della medesima composizione, attribuita alla bottega di Canaletto, si trova ora alla National Gallery di Londra (inv. NG1059), mentre un disegno di San Pietro di Castello di mano del maestro è ora conservato nella collezione dei reali inglesi a Windsor (inv. RL 7485).

Venezia, San Pietro di Castello
Olio su tela, cm. 68 x 114


Provenienza
Collezione privata, Regno Unito.

Perizia
Charles Beddington, 2013.